Erbe e piante officinali

Echinacea

fiore echinacea

NOMI

NOME COMUNE: Echinacea

NOME SCIENTIFICO: Echinacea angustifolia L. (Echinacea pallida, Echinacea purpurea)

FAMIGLIA: Asteraceae

NOMI POPOLARI: Echinacea

NOMI STRANIERI:

  • (Eng) Coneflower
  • (Fra) Echinacea
  • (Ger) Sonnenhȕte
  • (Esp) Echinacea

DESCRIZIONE E STORIA

DESCRIZIONE BOTANICA

  • Portamento: pianta erbacea perenne (originaria del Nord America) con fusto spesso, lungo e a volte poroso.
  • Fiori: ricettacolo di forma conica con petali (fiori ligulati, sterili) il cui colore varia dal bianco al rosa-rossiccio. I fiori tubulosi sono ermafroditi.
  • Radice: di forma cilindrica e leggermente a spirale, caratterizzata da dei solchi longitudinali.

ETIMOLOGIA DEL NOME/STORIA E TRADIZIONI: I nativi americani utilizzavano l’Echinacea essiccata o fresca per curare le ferite, per scacciare gli insetti e per proteggersi nei periodi di epidemia.

NOTE: Nessuna nota

DOVE SI TROVA

HABITAT: Cresce spontanea in prati e boschi negli stati meridionali degli Stati Uniti. Viene coltivata in regioni a clima temperato sia a scopo ornamentale che medicinale.

TEMPO E MODALITA’ DI RACCOLTA O COLTIVAZIONE: Si raccoglie la radice di Echinacea durante la stagione fredda (autunno-inverno), dopo il secondo/terzo anno dall’impianto. Questo per permettere alla radice di sviluppare un buon contenuto di principi attivi.

UTILIZZO

PARTE UTILIZZATA: Sommità fiorita e Radice

COME SI USA IN COSMETICA: Nessuna nota.

COME SI USA IN CUCINA: Nessuna nota.

PROPRIETA’ E BENEFICI

PRINCIPALI COMPONENTI

  • Polifenoli
  • Composti alifatici insaturi
  • Polisaccaridi
  • Alcaloidi pirrolozidinici
  • Flavonoidi
  • Alcani e acidi grassi a lunga catena
  • Olio essenziale

PROPRIETA’ SALUTISTICHE PRINCIPALI

  • Immunostimolante
  • Batteriostatica
  • Antinfiammatoria
  • Cicatrizzante

FORME IN CUI SI UTILIZZA

Tintura Madre di Echinacea: 60 gocce, sciolte in un bicchiere d’acqua, 2 volte al giorno dopo i pasti.

RIMEDIO NATURALE PER:

  • Prevenire l’influenza
  • Aumentare le difese immunitarie

CONTROINDICAZIONI: I preparati a base di Echinacea sono generalmente considerati sicuri, quindi se utilizzati alle dosi terapeutiche non si segnalano effetti indesiderati o collaterali. Evitare in caso di allergia alle Asteraceae. Evitare l’uso per lunghi periodi (a dosi elevate e per un periodo di oltre 8 settimane può provocare epatotossicità), è buona norma fare dei periodi di pausa dall’assunzione per non sovrastimolare il sistema immunitario. Evitare in caso di insufficienza epatica. Controindicato l’uso in caso di malattie autoimmuni come lupus, sclerosi multipla, AIDS, ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *