Rimedio naturale

I fitoestrogeni

Sono il regalo della natura a tutte le donne

Non solo vitamine e fibre: frutta, verdura, legumi sono anche dei preziosi alleati per la produzione di ormoni femminili e posso “salvare” dalla menopausa.

Gli ormoni sono i migliori amici e i peggiori amici delle donne. Da ragazze abbondano e ci tormentano con la sindrome premestruale. Da cougar ci abbandonano, lasciandosi dietro i disturbi della menopausa. Un po’ di pace mai? Eppure esistono dei rimedi naturali per attraversare queste (seccanti) fasi sentendosi molto (molto) meglio. Dei rimedi che aiutano a anche a riequilibrare il peso, a fornire nutrienti e a dare energia. Possibile? Sì, sono i fitoestrogeni. Cosa sono i fitoestrogeni? E soprattutto i fitoestrogeni dove si trovano? Cominciamo dalla base. Sono un gruppo di alimenti naturali, vegetali, la cui struttura è simile a quella degli estrogeni femminili. Il consumo di questi alimenti stimola naturalmente la produzione di estrogeni nel corpo e, a sua volta, si lega con i recettori dei nostri estrogeni, aiutando a regolare i livelli di questo ormone. In pratica, possono servire per una leggera terapia ormonale sostitutiva. Esistono quattro classi principali di fitoestrogeni: isoflavoni, lignani, flavoni e cumestani, questi sono solo i più importanti e quelli che si trovano comunemente negli alimenti che consumiamo. In ogni caso, gli isoflavoni sono i più efficaci nel trattamento della menopausa. Questi possono essere consumati naturalmente, nella dieta, oppure possono essere assunti in integratori attraverso le capsule di fitoestrogeni. Ma, come sempre raccomandiamo, gli effetti saranno migliori se vengono assunti direttamente del cibo, senza alcun tipo di processo industriale. È anche importante iniziare a consumarli regolarmente molto tempo prima che inizi la menopausa e continuare a consumarli frequentemente mentre attraversiamo questo periodo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *