Curiosità

Nuovo Ceppo

aeroporto

Variante inglese del virus, l’Italia blocca i voli con la Gran Bretagna fino al 6 gennaio. Domani vertice di emergenza Ue.

Anche Germania, Austria, Olanda e Belgio sospendono i voli. La Francia blocca le frontiere per 48 ore. Per il ministro della Salute tedesco Spahn i vaccini restano efficaci

 

Stop a voli da GB, tamponi per ultimi passeggeri in arrivo a Fiumicino: “Siamo scappati, a Londra situazione fuori controllo”

Non sapevano nulla al momento della partenza, l’imbarco è avvenuto regolarmente, raccontano gli ultimi passeggeri sbarcati oggi a Fiumicino, proprio quando il ministro Speranza aveva appena firmato l’ordinanza che dispone il blocco dei voli dalla Gran Bretagna in Italia fino al 6 gennaio. La notizia è arrivata dal vicino di posto sull’areo che stava leggendo le notizie, oppure proprio al momento dello sbarco nella capitale, quando i viaggiatori sono stati informati che avrebbero dovuto sottoporsi al tampone rapido in aeroporto e contattare la propria Asl di competenza, come previsto dall’ordinanza per chi torna dal Regno Unito. “Sono scappata”, ammette una passeggera, “avevo capito che la situazione stava peggiorando e ce l’Ho fatta a tornare. Sono stata fortunata”. “La situazione a Londra è fuori controllo, le autorità non ci hanno informato di questo nuovo ceppo. Quindi chi è partito nei giorni scorsi ormai l’avrà diffuso ovunque”, la triste previsione di un ragazzo italiano che vive in Inghilterra da ormai dieci anni.

La nuova variante della Sars-CoV-2 sarebbe più contagiosa di oltre il 70 per cento rispetto alla versione “classica”. Il problema però non si risolverà con lo stop dei voli, dato che dal Regno Unito si potrà ancora arrivare in Italia tramite scali in altri paesi che hanno regole diverse sul Covid. Inoltre il Corsera ha evidenziato che dal 10 dicembre scorso non c’erano più controlli negli aeroporti italiani per i voli che arrivavano dalla Gran Bretagna e dall’Olanda, i due paesi in cui la nuova variante del virus era già stata riscontrata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *