biogroup

BIODREN S

17,80

Indicazioni: Integratore alimentare, a base di estratti vegetali associati e combinati in giusta proporzione, utile per coadiuvare la funzione dell’apparato digerente.

Forma farmaceutica: Gocce – Flacone da 50 ml

 

10 disponibili

COD: SKU 1193 Categorie: ,
Descrizione

BIODREN

Ingredienti: Espineira santa (Maytenus ilicifolia Reiss) foglie, Genziana maggiore (Gen lutea L.) radici, Liquirizia (Glycyrrhiza glabra L.) radici, Menta (Mentha piperita L.) foglie, Angelica (Angelica archangelica L.) steli freschi, Santoreg montana (Satureja montana L.) sommità fiorite e foglie, Zenzero (Zingiber officinale Roscoe) rizomi, Olivello spinoso (Hippophae rhamnoides L.) frutti, Melissa (Melissa officinalis L.) foglie e sommità, Curry Leaf (Murraya koelguSpreng) fiore indiano, Chamomile (Anthemis cotula L.) fiore californiano, Ca Pitcher Plant (Darlingtonia californica Torr.) fiore californiano, Golden Yarrow (Achillea clytedata) fiore californiano, Snapdragon (Antirrhinum majus L.) fiore californiano, Aspen (Populus tremula L.) fiore di Bach, Centaury (Cen umbellatum Gilib.) fiore di Bach, Fuchsia (Fuchsia hybrida hort.) fiore californiano.

Modo d’uso: 20 gocce tre volte al giorno.

Associazioni: Eustomac, Spasmolit, Reflustop, Basemix, Accapy, Contravert.

Avvertenze: Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Non superare la dose giornaliera consigliata. Il prodotto va utilizzato nell’ambito di una dieta variata ed equilibrata e di uno stile di vita sano.

Tenore degli ingredienti caratterizzanti.
Valori medi per 100 ml e per dose giornaliera.

Componenti Per 100 ml Per 3 ml
Espineira santa, foglie, estr. idroalc. 20,0 ml 0,6 ml
Genziana maggiore, radici, estr. idroalc. 20,0 ml 0,6 ml
Liquirizia, radici, estr. idroalc. 10,0 ml 0,3 ml
Menta, foglie, estr. idroalc. 10,0 ml 0,3 ml
Angelica, steli freschi, estr. idroalc. 10,0 ml 0,3 ml
Santoreggia montana, sommità fiorite
e foglie, estr. idroalc.
10,0 ml 0,3 ml
Zenzero, rizomi, estr. idroalc. 8,0 ml 0,24 ml
Olivello spinoso, frutti, estr. idroalc. 5,0 ml 0,15 ml
Melissa, foglie e sommità, estr. idroalc. 5,0 ml 0,15 ml
Curry Leaf, fiore indiano, estr. idroalc. 0,25 ml 0,0075 ml
Chamomile, fiore californiano, estr. idroalc. 0,25 ml 0,0075 ml
California Pitcher Plant, fiore californiano,
estr. idroalc.
0,25 ml 0,0075 ml
Golden Yarrow, fiore californiano, estr. idroalc. 0,25 ml 0,0075 ml
Snapdragon, fiore californiano, estr. idroalc. 0,25 ml 0,0075 ml
Aspen, fiore di Bach, estr. idroalc. 0,25 ml 0,0075 ml
Centaury, fiore di Bach, estr. idroalc. 0,25 ml 0,0075 ml
Fuchsia, fiore californiano, estr. idroalc. 0,25 ml 0,0075 ml

Dinamica farmacologica

 

Espineira santa (Maytenus ilicifoliaReiss) foglie
Svolge azione terapeutica, con tropismo elettivo sull’apparato gastrointestinale, con le seguenti modalità. Azione analgesica: calma il dolore nelle gastralgie con un’efficacia pari a quella dell’oppio e della cocaina, pur non avendo gli effetti collaterali di questi. Azione antisettica: limita i processi di fermentazione a livello gastrointestinale lasciando immutata l’azione dell’attività enzimatica. Azione tonica: ristabilisce la normale peristalsi a livello gastrointestinale modulando le funzioni gastriche nei disturbi dispeptici e nelle atonie intestinali. Azione antiacida: agisce regolarizzando il rilascio dei succhi gastrici correggendo l’ipercloridria.
Azione riparativa: svolge azione cicatrizzante su eventuali lesioni ulcerose presenti. Regola le funzioni epatobiliari, è un antianemico, antiastenico, antibiotico, antineoplastico. Per uso esterno cicatrizza lesioni della cute. È leggermente lassativo e diuretico. Può indurre diminuzione della secrezione lattea per cui va evitato in allattamento. I principi attivi sono: pristimerina, maitenina, acidi tanninico e silicico, mucillagini, sodio, zolfo, ferro, resine e sostanze aromatiche.

Genziana maggiore (Gentiana lutea L.) radici
Secondo la leggenda dedicata da Dioscoride al re Genzio dell’Illiria che ne fece, per primo, uso a scopo medicinale. È originaria dei luoghi incolti dell’Europa centro-meridionale. La parte comunemente impiegata è costituita dalla radice mentre i suoi principi attivi sono: iridoidi (amarogentina, genziopicroside, swerziamarina), pigmenti xantonici (gentisina, isogentisina), alcaloidi (genzianina, genzialutina), acidi fenolici, tracce di olio essenziale, pectine, oligo e polisaccaridi. La Genziana è dotata di proprietà eupetiche, amaro scialagoghe, antinfiammatorie, emopoietiche. Trova impiego, pertanto, nel trattamento della inappetenza, nelle forme dispeptiche, nell’achilia. I principi amari della pianta stimolano i recettori gustativi provocando, così, un aumento della secrezione gastrica e salivare.

Liquirizia (Glycyrrhiza glabra L.) radici
Pianta perenne dal fusto sotterraneo ed orizzontale, alta fino a 1-2- metri, è originaria dell’Eurasia ma coltivata anche in Europa, Medio Oriente ed Asia. La droga è rappresentata dalle radici essiccate. I suoi principi attivi sono: triterpeni (glicirrizina, acido glicirretico, liquiritico, glabrico, licorico, fitosteroli), flavonoidi (liquiritina, isoliquiritina, licoflavonolo, glabrone, glizarina), cumarine (umbelliferone, erniarina, acido ferulico), olio essenziale in tracce, carboidrati (glucosio, saccrarosio, amido, cellulosa, gomma), colina, betaina, sostanze amare, sostanze ad azione estrogenica. Viene utilizzata nel trattamento delle gastriti, ulcere duodenali, spasmi intestinali, coliti, stomatiti. Grazie alla presenza della glicirrizina e dell’aglicone, la Liquirizia favorisce la cicatrizzazione delle ulcere gastriche e svolge azione antispasmodica.

Menta (Mentha piperita L.) foglie
Erba aromatica perenne alta circa 1 m coltivata in tutto il mondo anche se le sue prime coltivazioni sono state effettuate in Inghilterra. La parte che viene comunemente impiegata è costituita dalle foglie essiccate. I suoi principi attivi sono: olio essenziale (mentolo, mentone, mentile, acetato, isomentone, mentofurano, isomentolo, alfa e beta-pinene, limonene, cineolo, pulegone, ledolo), flavonoidi (mentoside, rutina), acido rosmarinico, acido caffeico, clorogenico, azuleni, colina, caroteni. Molto conosciuta per le sue proprietà antispasmodiche, è eupeptica, carminativa, colagoga, coleretica, antisettica. Risulta particolarmente efficace, pertanto, in caso di atonia del tubo digerente; è in grado, infatti, di ridurre il tono dello sfintere esofageo e di facilitare l’eruttazione. Viene impiegata nel trattamento di nausea, stati spasmolitici a livello gastrico ed intestinale anche di origine psico-somatica e nell’inappetenza.

Angelica (Angelica archangelica L.) steli freschi
Erba eretta biennale o perenne, alta circa 2 m, caratterizzata da un grande rizoma. È originaria dell’Europa settentrionale ed orientale, fino all’Olanda, all’Islanda ed alla Siberia. La parte della pianta che viene comunemente impiegata è rappresentata dagli steli freschi. I suoi principi attivi sono: olio essenziale (monoterpeni, beta-fellandrene, beta-bisabolene, alfa e beta-pinene, limonene, borneolo), lattoni macrociclici (tridecanolide, pentadecanolide), cumarine e furocumarine (umbelliferone, angelicina, xantotoxina), flavonoidi, steroli ed acidi organici. È un tonico in grado di risvegliare l’appetito e di migliorare i processi digestivi. Presenta attività antispasmodica, antidispeptica, stomachica con impiego terapeutico nei disordini intestinali, gastralgie, nausee, vomito gravidico, turbe psicosomatiche, nei dolori cronici dello stomaco e delle vie biliari.

Santoreggia montana (Satureja montana L.) sommità fiorite e foglie
Erba annuale dalle foglie lineari e pelose, fusti eretti e ramificati. È originaria dell’Europa ma ampiamente coltivata. La droga è costituita dalle foglie essiccate e dai fusti teneri. I suoi principali costituenti sono: olio essenziale (carvacrolo, timolo, alfa e beta-pinene, mircene, limonene, cineolo, borneolo, linalolo), acidi triterpenici (acido ursolico, oleanolico), tannino, acidi fenolici (acido caffeico, rosmarinico). Svolge azione eupeptica, aromatizzante, tonica stimolante, carminativa coleretica, spasmolitica; trova impiego, pertanto, nel trattamento delle turbe digestive quali difficoltà digestive, nausea, meteorismo, flatulenza. La presenza di olio essenziale e di tannini permettono alla pianta di agire nelle forme gastroenteriche ad impronta spasmodica e, soprattutto in caso di gastralgia nervosa.

Zenzero (Zingiber officinale Roscoe) rizomi
Pianta perenne dai rizomi piuttosto spessi, originaria del Sud Africa ed ampiamente coltivata ai tropici. La droga è costituita dal rizoma sia fresco che essiccato. I suoi principali costituenti sono: olio essenziale (zingiberene, bisabolene, zingiberolo, curcumene, camfene, citrale, cineolo, borneolo), gingerolo, gingerdiolo, zingerone, resine, amido, acidi organici, sali minerali. Possiede attività carminative, eupeptiche, antispastiche, ipocolesterolemizzanti. Ha effetto riscaldante e rivitalizzante. Tali proprietà vengono maggiormente utilizzate nelle dispepsie e nelle ipoacidità gastriche, nelle dispepsie atoniche e nelle flatulenze. Stimola, inoltre, la secrezione salivare favorendo una buona digestione.

Olivello spinoso (Hippophae rhamnoides L.) frutti
Arbusto molto ramificato alto circa 1-2 m dalle foglie alterne, originario dell’Italia settentrionale e centrale. La droga della pianta è costituita dai suoi frutti. I principali costituenti sono: vitamina C, acidi organici, mucillagini. È dotato di proprietà astringenti a livello intestinale ed antinfiammatorie.

Melissa (Melissa officinalis L.) foglie e sommità
Dal greco Melissa: pianta gradita dalle api. È originaria luoghi incolti dell’Europa, Asia occidentale ed Africa settentrionale. La droga è rappresentata dalle foglie. I suoi principi attivi sono: olio essenziale (aldeidi monoterpeniche), triterpeni, acidi fenoli, flavonoidi (quercitroside), eterosidi di monoterpeni e di alcoli aromatici. Oltre alla conosciuta attività sedativa del Sistema Nervoso, la Melissa svolge anche un’azione stomachica, carminativa e coleretica. Trova impiego, pertanto, nel trattamento di tutti i disturbi digestivi; il suo uso è particolarmente indicato nella cosiddetta “nevrosi gastrica” ovvero nei disturbi gastrici su base psicosomatica. È efficace anche nelle forme dispeptiche quali nausea, flatulenza, nel vomito gravidico.

Curry Leaf (Murraya koelgu Spreng) fiore indiano
È indicato nel trattamento dell’ulcera, dell’iperacidità di stomaco su base psicosomatica.

Chamomile (Anthemis cotula L.) fiore californiano
È indicato per le persone con problemi emozionali che si somatizzano soprattutto a livello dello stomaco, quali: gastriti, coliti, ulcere.

California Pitcher Plant (Darlingtonia californica Torr.) fiore californiano
È indicato per ripristinare l’equilibrio tra corpo e spirito; le persone che hanno bisogno di questo rimedio, infatti, sono eteree, anemiche, “disincarnate”.

Golden Yarrow (Achillea clytedata) fiore californiano
È indicato per le persone che tendono a vivere in disparte, in isolamento in quanto troppo sensibili e fragili.
Snapdragon (Antirrhinum majus L.) fiore californiano
Per le persone piuttosto aggressive, dotate di una grande quantità di energia che, però, non sfruttano al meglio; tendono a sfogare la loro tensione mangiando continuamente e per questo, spesso hanno la mascella contratta e rigida.

Aspen (Populus tremula L.) fiorAspen (Populus tremula L.) fiore di Bach
È indicato per coloro che si sentono prigionieri di paure inconsce, spesso di origine sconosciuta ma, di solito, connesse con la paura di morire, del buio; sono persone che vivono in apprensione continua; sono angosciate, inquiete; possono soffrire di acidità di stomaco, nausea ed insonnia. Il fiore, quindi aiuta a ritrovare il coraggio di affrontare l’ignoto.

Centaury (Centaurium umbellatum Gilib.) fiore di Bach
Viene utilizzato, in senso, positivo, nel trattamento dell’eccessiva cura ed attenzione verso il prossimo; in senso negativo, nel trattamento dell’egoismo, dell’autocommiserazione e della superpossessività.

Fuchsia (Fuchsia hybrida hort.) fiore californiano
È indicato per coloro che agiscono basandosi esclusivamente sulla ragione; hanno paura delle proprie emozioni e, quindi, tendono a reprimerle accumulando eccessiva tensione mentale. Il fiore, pertanto, aiuta a riprendere il contatto con le proprie emozioni e ad esprimerle spontaneamente; favorisce la comprensione e l’accettazione dei pensieri repressi.

Per sfogliare la linea Biodren clicca qui

Biogroup

Informazioni aggiuntive
Brand

Biogroup

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “BIODREN S”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shipping & Delivery

MAECENAS IACULIS

Vestibulum curae torquent diam diam commodo parturient penatibus nunc dui adipiscing convallis bulum parturient suspendisse parturient a.Parturient in parturient scelerisque nibh lectus quam a natoque adipiscing a vestibulum hendrerit et pharetra fames nunc natoque dui.

ADIPISCING CONVALLIS BULUM

  • Vestibulum penatibus nunc dui adipiscing convallis bulum parturient suspendisse.
  • Abitur parturient praesent lectus quam a natoque adipiscing a vestibulum hendre.
  • Diam parturient dictumst parturient scelerisque nibh lectus.

Scelerisque adipiscing bibendum sem vestibulum et in a a a purus lectus faucibus lobortis tincidunt purus lectus nisl class eros.Condimentum a et ullamcorper dictumst mus et tristique elementum nam inceptos hac parturient scelerisque vestibulum amet elit ut volutpat.

About brand
E' una piccola e giovane azienda fondata ed animata da persone con grande storia e consolidata competenza nel mondo del naturale. Un Comitato Scientifico qualificato, composto da professionisti di comprovata esperienza nel campo della Medicina Naturale, assicura serietà e sicurezza, rappresentando, nel contempo, l’avanguardia nel campo della ricerca e dell’applicazione clinica. I laboratori di produzione offrono garanzia di competenza e rigore metodologico tali da ottimizzare la qualità del loro certosino lavoro. Il risultato finale è rappresentato da prodotti a base di piante officinali e di estratti vegetali aventi una formulazione veramente originale nel campo della fitoterapia.