Erbe e piante officinali

Prunus spinosa-tumori?

Dal Molise arriva un integratore prodotto dalle bacche della pianta Prunus spinosa, che nei test in vitro ha dimostrato di avere notevoli proprietà anticancro.

Gli effetti che l’estratto di Prunus, all’interno di una miscela di aminoacidi, sali minerali e vitamine, avrebbe sulle cellule di alcuni tumori, come quello del polmone, del colon e della cervice uterina. L’integratore, che sarà in vendita nelle farmacie dal prossimo giugno, nasce da una collaborazione tra l’Istituto Superiore di Sanità, l’azienda Biogroup e la Società italiana di medicina biointegrata. Studi condotti su cellule tumorali in vitro ne hanno dimostrato la capacità di eliminarle o di inibirne la proliferazione.

Come racconta all’ADN Kronos Stefania Meschini, ricercatrice dell’Iss che ha effettuato i test, l’estratto della pianta, pur ricca di proprietà antiossidanti, da solo ha dimosrato di non funzionare, così è stato “addizionato a un particolare complesso a base di aminoacidi, minerali e vitamine, denominato Can. Questo ‘mix’ è stato in grado di ridurre la sopravvivenza delle cellule tumorali e di eliminare tra il 70% e il 78% delle cellule cancerose nell’arco di 24 ore”. Non ci troviamo di fronte a una nuova cura per il cancro, sia chiaro, ma a un integratore che potrà essere assunto dai pazienti già in cura con le terapie oncologiche tradizionali.

Biogroup linea oncophyt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *