il quadrifoglio Erbotisteria

IL NOSTRO STAFF

staff

Pamela Gattafoni

Titolare
Tra le tante distinzioni, quella che oggi più appassiona ed è oggetto di discussioni è tra la medicina convenzionale, di estrazione accademica e quella non convenzionale, alternativa, o semplicemente naturale. La differenza, che è facile rilevare tra le due forme mediche è che la prima, accademica, ha, tra le varie branche in qui si articola, un linguaggio ed un corpo scientifico unico, mentre la seconda,naturale, per essere nata, nelle sue varie articolazioni, in epoche, contesti e sulla base di filosofie diverse, manca di un linguaggio e di un corpo scientifico unico. Ogni forma medica ha dei limiti, dei pregi e dei difetti: dove iniziano limiti di una di esse possono cominciare i vantaggi di un’altra; è importante dunque giungere ad una loro integrazione, tanto da usufruire del massimo vantaggio e ridurre al minimo i limiti. La chiave che permette la realizzazione di tale compito è nella medicina biointegrata. La fitoterapia, parte dalla tradizione, cerca verifiche a livello farmacologico,trova applicazione sul piano energetico-costituzionale nell’ ambito della medicina biointegrata.